5 buone ragioni per cui stipulare un’assicurazione temporanea

assicurazione-temporaneaStipulare un’assicurazione temporanea è un’opzione sempre più diffusa tra i consumatori, che stanno imparando ad apprezzarne i vantaggi, non solo economici, che contraddistinguono questo tipo di polizza. Ecco, dunque, cinque motivi validi per i quali conviene sottoscrivere questo tipo di polizza.

La comodità

Questo tipo di polizza può essere usata per una grande varietà di situazioni: per esempio, nel caso in cui si usi l’auto solo in certi periodi dell’anno (durante le vacanze di Natale o nel corso delle ferie in estate), o anche in situazioni particolari. Ecco perché è scelta da chi, non usando più la propria auto, ha deciso di non rinnovarne l’assicurazione e di portarla a rottamare: per lo spostamento fino al punto in cui verrà demolita, si può sottoscrivere una polizza che dura un giorno solo, al fine di essere in regola al momento della circolazione. Anche chi compie viaggi sporadici può essere avvantaggiato da una soluzione di questo genere: può rivelarsi vantaggioso, dunque, optare per un’assicurazione temporanea che dura un solo week-end, un mese o tre mesi, a seconda delle preferenze.

Flessibilità

Le compagnie assicurative, sia fisiche che online, mettono a disposizione una gamma molto ampia di soluzioni, così da soddisfare le esigenze più diverse e le richieste più varie: si va da polizze che durano un giorno solo a polizze che durano qualche settimana, per arrivare a soluzioni assicurative di alcuni mesi. La parola d’ordine, in sostanza, è flessibilità: si tratta, infatti, di una soluzione estremamente versatile, che le compagnie possono declinare in mille varianti diverse proprio per andare incontro ai desideri e alle necessità della clientela. Ai consumatori, dunque, non resta altro da fare che individuare l’opzione più in linea con i propri bisogni, eventualmente confrontando i preventivi online disponibili sui siti web delle compagnie.

Il risparmio prima di tutto

Naturalmente, il vero punto di forza che caratterizza tali polizze è da rintracciare nel risparmio che esse garantiscono. Insomma, un automobilista o un motociclista decide di sottoscrivere una polizza temporanea proprio per risparmiare e per spendere meno rispetto a quanto sarebbe costretto a sborsare con una polizza tradizionale. La convenienza nell’assicurare il proprio mezzo di trasporto solo per un periodo ben preciso è rappresentata dal costo minore. Insomma, se una persona sa che userà la propria macchina solo per tre mesi all’anno, non avrà motivo di assicurarla per tutto l’anno, pagando anche per i mesi in cui il veicolo rimarrà fermo; molto più conveniente è pagarare l’assicurazione solo per il periodo di effettivo utilizzo. Secondo alcuni studi, l’assicurazione temporanea offre un vantaggio consistente (nei confronti di quella tradizionale) in tutti i casi in cui il mezzo di trasporto venga usato per meno di quattro mesi all’anno. Nello specifico, per una circolazione di dieci giorni all’anno il risparmio garantito può arrivare al 50%; per una circolazione di 100 giorni all’anno il risparmio garantito può arrivare al 25%.

Varietà di scelta

Le assicurazioni temporanee vantano un costo base inferiore rispetto alle assicurazioni tradizionali, e in più possono essere stipulate sulla base di fattori diversi: oltre alla copertura nel tempo, infatti, si può prendere in considerazione anche una copertura fondata sul numero di chilometri percorsi. Insomma, si può decidere di assicurarsi solo per 5mila chilometri (ovviamente, nel caso in cui si sfori tale soglia, si pagherà una certa cifra in più per ogni chilometro in eccesso; si può, ad ogni modo, decidere di estendere la soglia in anticipo, per evitare brutte sorprese). Le assicurazioni a chilometri rappresentano, infatti, un particolare tipo di assicurazione temporanea, che viene definita Pay for use: tali polizze sono indicate in particolar modo per chi tende a percorrere tratti di strada brevi o comunque usa il proprio veicolo in maniera sporadica.

Semplicità

L’assicurazione temporanea non comporta fatica. Non ci sono date da ricordare, scadenze da tenere a mente, limiti di cui preoccuparsi. Nel senso che, in caso di necessità, la durata della polizza può essere prolungata. Per quel che riguarda le polizze a chilometri, l’ammontare complessivo viene misurato direttamente dalla compagnia assicuratrice (e quindi non ci sono incombenze da questo punto di vista per il cliente) che si avvale di un dispositivo satellitare.

Insomma, per il cliente gli aspetti convenienti, sia dal punto di vista pratico che dal punto di vista economico, sono numerosi: un’assicurazione temporanea può costituire, in molte occasioni, una scelta vincente e vantaggiosa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Newsletter

Iscriviti oggi e rimani aggiornato sulle ultime novità dal mondo delle assicurazioni