Affitta senza problemi con la polizza affitto sicuro

Il proprietario immobiliare che desidera tutelarsi contro eventuali danni materiali arrecati al proprio alloggio concesso in affitto o contro il mancato pagamento della pigione da parte dell’inquilino, può avvalersi di una polizza assicurativa ad hoc, creata a questo scopo.

La polizza affitto sicuro consente ai proprietari immobiliari di locare in piena sicurezza il proprio stabile, offrendo loro tutta una serie di garanzie. Non è raro, infatti, che numerosi locali e seconde case restino sfitti per la paura, da parte dei proprietari, di ritrovarsi a combattere con inquilini morosi o con potenziali “devastatori” di appartamenti.

affitto-assicuratoAl fine, dunque, di consentire loro di fruire di un reddito prezioso, senza tuttavia temere di doversi rivolgere a un avvocato per sfrattare i locatari indesiderati, è nato il pacchetto assicurativo affitto sicuro. Le principali tutele offerte da questo prodotto assicurativo sono 3.

Analizziamole nel dettaglio:

la polizza di tutela legale

Questa tipologia di tutela garantisce al proprietario dell’immobile il rimborso totale delle spese legali e peritali sostenute per eventuali controversie legate al contratto di locazione  sia in sede civile che in sede penale e vale sia per gli stabili ad uso abitativo che per quelli commerciali o a uso ufficio. Si rammenta che il proprietario dell’immobile è libero di scegliere il proprio avvocato di fiducia. In particolare la tutela legale comprende:

  • La diffida stragiudiziale al locatario ad adempiere al pagamento delle pigioni, delle rate condominiali o delle spese accessorie insolute (ai sensi dell’articolo 1219 del Codice di Procedura Civile);
  • Il procedimento di sfratto per morosità (ai sensi dell’art. 658 del Codice di Procedura Civile);
Ricordiamo che il legislatore concede al locatario 20 giorni di tempo per pagare il canone mensile, decorsi i quali si determina l’inadempimento. Solamente allo scadere di questo termine il locatore può intraprendere un’azione legale per il recupero del credito (ai sensi dell’articolo 5 della legge 392/78).

La polizza di tutela per eventuali perdite pecuniarie

Nei rapporti locatizi si verifica con sempre maggiore frequenza la possibilità che il conduttore – ovvero la famiglia che vive in affitto – non sia in grado di pagare puntualmente il canone mensile, in quanto la sua capacità di spesa, a causa della grave recessione economica, è significativamente diminuita. Proprio per questo motivo la polizza affitto sicuro tutela il locatore da eventuali conduttori morosi.

Essa, in altri termini, garantisce al proprietario dell’immobile il rispetto degli impegni presi dal proprio inquilino (pagamento delle pigioni, delle rate condominiali, delle spese accessorie, ecc.) grazie ad una fideiussione che copre fino a 12 mensilità. Avviene cioè che, di fronte alla mancata corresponsione del fitto entro i termini prestabiliti, il locatore riceverà dall’agenzia assicurativa il corrispettivo dei canoni non versati fino a un massimo di 12 mesi, senza dover intraprendere azioni di recupero nei confronti dell’inquilino.

In sede di stipula della polizza sarà lo stesso contraente a stabilire la durata della copertura (a partire da un minimo di tre mensilità fino a un massimo di 12). In questo caso sarà l’inquilino ad accollarsi l’onere del premio assicurativo. Va detto che questa tipologia di polizza prevede anche per il conduttore un vantaggio significativo: qualora stipuli questo contratto, infatti, non è tenuto a versare il tradizionale deposito cauzionale.

Differenza tra fideiussione bancaria e assicurativa

La fideiussione bancaria prevede che l’inquilino versi in un’unica soluzione, al momento di stipula del contratto, una somma che funga da garanzia per l’intera durata del contratto di locazione.

La polizza assicurativa, invece, è vincolata al pagamento, da parte del conduttore, del premio assicurativo. Se quest’ultimo non viene versato l’agenzia può recedere dal contratto, senza nulla corrispondere al proprietario immobiliare.

La polizza contro i danni arrecati all’immobile

Questa polizza è consigliata soprattutto a coloro che mettono a disposizione dell’inquilino arredi e corredi di un certo valore. Essa copre gli eventuali danni materiali arrecati dall’inquilino all’alloggio e a ciò che è in esso contenuto fino ad un importo massimo stabilito al momento della stipula del contratto assicurativo. Nel recupero danni sono comprese anche eventuali modifiche effettuate all’unità immobiliare dall’inquilino senza precedente autorizzazione del locatore.

Questo pacchetto di garanzie a tutela del proprietario di immobile, che può essere rinnovato di anno in anno a copertura di un certo numero di mensilità, consente di vivere la locazione in totale serenità. Il suo costo, lo ricordiamo, varia in base alla durata del contratto di locazione e all’importo della pigione mensile.

Affitto sicuro: lo screening dell’inquilino

Oltre alla stipula di un contratto assicurativo ad hoc è sempre bene che il proprietario immobiliare, prima di concedere in affitto il proprio stabile, effettui uno screening accurato del proprio aspirante inquilino, affidandosi, eventualmente, ad un agente immobiliare.

In tal modo sarà possibile esaminarne la capacità di spesa e la conseguente idoneità a versare senza problemi le mensilità. Anche eventuali referenze da parte di un precedente locatore sono essenziali per comprendere la serietà del locatario.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Newsletter

Iscriviti oggi e rimani aggiornato sulle ultime novità dal mondo delle assicurazioni