Previeni le morosità con la polizza fideiussoria assicurativa

affitto-casaIl proprietario di un immobile che desidera tutelarsi da un potenziale inquilino moroso o da eventuali danni arrecati al proprio stabile, può avvalersi di una polizza fideiussoria assicurativa: si tratta di uno strumento davvero efficace per mettersi al riparo dai rischi cui si va incontro quando si dà in afitto il proprio immobile. Ma vediamo nel dettaglio come funziona la fideiussione assicurativa affitto.

Di che cosa si tratta?

La fideiussione assicurativa per affitto, denominata anche assicurazione fideiussoria, è una garanzia emessa da un’agenzia assicurativa abilitata ad erogare questo servizio, che ha lo scopo di tutelare il proprietario di un immobile (abitazione, ufficio, locale commerciale o industriale) da eventuali insolvenze e morosità del locatario.

Oggi, sempre con maggior frequenza, coloro che possiedono un immobile, nel momento in cui lo cedono in affitto, pretendono che il conduttore aderisca a una polizza fideiussoria allo scopo di aver garantito il pagamento delle mensilità, non è sempre assicurata, data l’instabilità lavorativa del tempo in cui viviamo.

Chi sono i tre soggetti della polizza fideiussoria assicurativa

La polizza fideiussoria è un contratto legale previsto dall’ordinamento giuridico italiano e che coinvolge tre soggetti distinti:

  • La compagnia assicurativa che funge da fideiussore, facendosi garante di un dato debitore (per un importo massimo previsto dal contratto);
  • Il contraente, ovvero il debitore (il locatario);
  • Il creditore, ovvero il beneficiario della fideiussione (il locatore).

L’agenzia assicurativa, in altri termini, assume un obbligo nei confronti del creditore-locatore, garantendo l’adempimento del pagamento da parte del conduttore dell’immobile (articolo 1936 del Codice Civile).
Al di là degli evidenti vantaggi che può trarre un locatario dalla fideiussione assicurativa affitto, esistono dei benefici anche per chi effettivamente affitta l’immobile:

  • Quest’ultimo, infatti, grazie alla garanzia della polizza fideiussoria avrà più probabilità di riuscire a chiudere un contratto di locazione.
  • D’altra parte grazie alla fideiussione, in caso di morosità, il locatore non rischia che gli venga congelato il conto in banca.
  • E, infine, la fideiussione sostituisce il tradizionale deposito cauzionale, che prevede il versamento di tre mensilità anticipate.

Cosa succede se l’inquilino è inadempiente?

In caso di morosità dell’inquilino, il locatario deve avviare un procedimento di sfratto, affinché l’agenzia assicurativa possa determinare la data di inizio ufficiale dello stato di morosità da parte del conduttore.

La polizza assicurativa prevede una copertura massima pari a 12 canoni. Una volta versate al locatario le mensilità non corrisposte, la compagnia assicurativa avvierà un procedimento per il recupero delle spettanze non pagate dal locatore, che dovrà rifondere il proprio fideiussore secondo le modalità previste dal contratto sottoscritto.

Quanto dura la fideiussione assicurativa affitto?

La fideiussione assicurativa, al fine di offrire una elevata garanzia, deve avere la medesima durata del contratto di locazione. Va detto che essa può essere sottoscritta anche per contratti già avviati.

Che differenze ci sono tra una polizza standard e una personalizzata?

La polizza standard garantisce al proprietario dell’immobile il pagamento di 12 mensilità. Tuttavia se il locatario desidera ulteriori garanzie per la locazione del proprio immobile, può personalizzarla a seconda delle proprie specifiche esigenze:

  • Può, ad esempio, variare la durata del contratto di fideiussione e il numero delle mensilità da garantire.
  • Si può sottoscrivere,  contestualmente alla stipula del contratto principale, la cosiddetta Polizza Tutela Legale, che copre i costi legali per tutte le controversie che riguardano il contratto di locazione, come il procedimento di sfratto.
  • Un’ulteriore garanzia che può essere inglobata nel contratto di fideiussione è la Polizza Danni, che rimborsa il proprietario per i danni materiali subiti dall’immobile e dagli arredi che esso contiene. Questa polizza è particolarmente indicata per coloro che affittano strutture ammobiliate più o meno nuove o comunque in buono stato.

Documenti necessari per richiedere la fideiussione assicurativa affitto

Al fine di sottoscrivere una polizza fideiussoria, sono necessari i seguenti documenti:

  • Copia del contratto d’affitto;
  • Dichiarazione dei redditi del conduttore;
  • Copia del documento di identità;
  • Copia del codice fiscale;
  • Copia del certificato camerale valido per i contratti commerciali.

Generalmente si richiede una fideiussione assicurativa affitto a un’agenzia di cui si è già clienti, al fine di semplificare l’iter per valutare l’affidabilità economica dell’aspirante contraente. Una volta effettuate tutte le verifiche del caso, si può procedere alla sottoscrizione della polizza fideiussoria.

In conclusione è opportuno sottolineare che la fideiussione assicurativa affitto rappresenta a tutt’oggi la soluzione migliore per tutelare il proprietario dell’immobile da eventuali morosità e, nel contempo, per il conduttore costituisce la strada più breve per ottenere un garante.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Newsletter

Iscriviti oggi e rimani aggiornato sulle ultime novità dal mondo delle assicurazioni