Risparmiare grazie all’assicurazione semestrale moto

assicurazione-semestrale-motoQuando si parla di assicurazione semestrale moto si fa riferimento a un tipo di polizza assicurativa di carattere periodico, nel senso che è valida per un periodo temporale ben preciso.

Si tratta, sostanzialmente, di un’assicurazione indicata per tutti i motociclisti che salgono in sella al proprio bolide solo in un certo periodo dell’anno, magari durante la primavera o l’estate e non hanno occasione di usarlo durante il periodo invernale: in situazioni come queste, come si può facilmente intuire, sottoscrivere una normale polizza annuale rappresenterebbe uno spreco, poiché la copertura assicurativa verrebbe pagata anche per mesi in cui la moto non circola effettivamente su strada e rimane a prendere polvere nel garage.

Perché si deve pagare un premio assicurativo annuale anche nel caso in cui si è certi del fatto che lo scooter, il motorino o la moto rimarranno fermi, chiusi in garage per molti mesi?

Perché vale la pena stipulare un’assicurazione temporanea?

Ecco, dunque, che l’assicurazione semestrale moto si rivela molto vantaggiosa dal punto di vista economico, poiché permette di spendere meno rispetto a una polizza tradizionale:

  • Il premo assicurativo viene calcolato in funzione della durata di copertura: naturalmente, il cliente è sempre tenuto a prestare la massima attenzione a tutte le clausole previste del contratto, con particolare riferimento a eventuali incidenti o danni che il motociclo può subire al di là della copertura assicurativa.
  • Nell’eventualità in cui si verifichi un incidente dal valore nettamente superiore a quanto preventivato all’interno della polizza, solo le spese stabilite dal massimale previsto vengono coperte dalla compagnia assicurativa, mentre la quota restante deve essere versata da chi ha provocato il sinistro, come di norma in qualsiasi polizza assicurativa.

Che cosa tenere sempre a mente

Occorre sapere che la stipula di un’assicurazione semestrale per la moto non permette di ottenere miglioramenti in relazione alla classe di merito riportata sull’attestato di rischio, visto che la copertura non supera la soglia temporale di un anno, e questo arco di tempo viene ritenuto non sufficiente perché le compagnie assicurative possano modificare la classe di merito. Ciò vuol dire che, nel momento in cui si sottoscrive una polizza successiva a quella semestrale, si riparte da una classe di merito inferiore.

Quanto risparmio con stipulando un’assicurazione semestrale moto?

L’assicurazione semestrale moto, dunque, costituisce la soluzione più indicata per chi è abituato a tenere la propria moto o il proprio scooter in garage durante i mesi più freddi, per poi utilizzarlo solo in un certo periodo dell’anno. Essa, come detto, si rivela più vantaggiosa, in quanto meno costosa, rispetto a una polizza tradizionale di un anno.

Non è detto, però, che sia conveniente in assoluto: in casi specifici, infatti, potrebbe essere meglio sottoscrivere una polizza moto sospendibile, che consente di sospendere il contratto per un periodo di almeno 30 giorni tutte le volte che si vuole per tutta la durata dell’assicurazione, solitamente annuale. Spetta al cliente, dunque, scegliere il tipo di assicurazione più indicato per le proprie esigenze.

Ma quanto si risparmia  in concreto scegliendo un’assicurazione semestrale per la moto invece che un’assicurazione annuale? Fornire dei dati ufficiali e oggettivi non è affatto facile, semplicemente per via del fatto che la percentuale di risparmio cambia in funzione delle caratteristiche del mezzo e del profilo del conducente (tra l’altro, è bene ricordare che la copertura può essere limitata a un solo conducente o riguardare due o più persone), in linea di massima però si arriva a pagare:

  • Per una polizza semestrale poco più della metà di una polizza annuale;
  • Per una polizza trimestrale poco più della metà di una polizza semestrale;
  • Per una polizza mensile poco più della meta di una polizza trimestrale;

Ovviamente sommando il costo di una polizza semestrale per la durata di una normale assicurazione annuale ci accorgeremo che andremo a pagare di più per ogni mese, come succede per un qualsiasi abbonamento annuale. È piuttosto chiaro che se cerchiamo il risparmio e ci serve un’assicurazione temporanea perché non usiamo la moto tutto l’anno questa indubbiamente è la soluzione più economica e flessibile.

Pregi e difetti

valutare-i-pro-e-i-contro

In sintesi, la scelta di un’assicurazione semestrale moto si caratterizza per numerosi aspetti positivi, ma anche per alcuni aspetti negativi che meritano di essere analizzati e compresi. Occorre tenere conto, infatti, che ogni assicurazione temporanea ha una natura fortemente limitativa: per esempio, se si vuole spostare la propria due ruote anche solo di pochi metri su una strada pubblica durante il periodo non coperto dall’assicurazione semestrale, si commette un’infrazione e di conseguenza si corre il rischio di essere sanzionati.

Naturalmente, al di fuori del periodo di copertura dell’assicurazione semestrale moto, non solo il veicolo non può circolare, ma non può nemmeno essere parcheggiata sulle strade pubbliche: è indispensabile, quindi, tenerla in garage o comunque in un’area privata, come per esempio un cortile o un giardino. Insomma, è importante tenere conto con molta attenzione delle possibilità e delle limitazioni che discendono da questo tipo di polizza: in molti casi, può essere utile mettere a confronto le caratteristiche delle polizze semestrale e quelle delle polizze annuali sospendibili e riattivabili per verificare quali siano – in effetti – quelle che garantiscono maggiori comodità.

Vantaggi

Svantaggi

  • Primo fra tutti il risparmio, rispetto ad un’assicurazione annuale;
  • Le assicurazioni temporanee sono molto flessibili: potrete decidere infatti tra polizza mensile, trimestrale e semestrale o addirittura annuali sospendibili, quindi massima scelta;
  •  Per le polizze con durata inferiore all’anno non si possono ottenere variazioni alla classe di merito: questo vuol dire che in caso di sinistro il premio assicurativo rimane invariato;
  • Avendo durata semestrale, potrete guidare la moto solo durante i mesi di validità dell’assicurazione:
    pertanto se un giorno vi svegliate e c’è il sole ma l’assicurazione non è attiva non potrete ovviamente guidare la moto;
  • È necessario possedere un garage privato o un parcheggio in giardino per lasciare la moto durante i periodi in cui non è coperta dall’assicurazione;
  • Senza le variazioni alla classe di merito c’è anche l’altra faccia della medaglia, qualora infatti non facessimo incidenti per tutta la durata della polizza non otterremo ugualmente miglioramenti alla classe e quindi il costo rimane invariato;

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Newsletter

Iscriviti oggi e rimani aggiornato sulle ultime novità dal mondo delle assicurazioni