Come richiedere facilmente la disdetta polizza infortuni

La disdetta della polizza infortuni può essere richiesta, con una procedura immediata e molto semplice, entro 60 giorni dalla scadenza dell’assicurazione stessa. Per effettuare la disdetta, occorre spedire una lettera attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno manifestando l’intenzione di disdire il contratto assicurativo precedentemente stipulato.

Da quando è entrato in vigore, nel gennaio del 2007, il decreto Bersani, la disdetta può essere ottenuta senza oneri, vale a dire senza che il cliente sia costretto a pagare una penale.

Un esempio di lettera per disdire l’assicurazione

disdetta-polizza-infortuniNella lettera che viene inviata alla compagnia, occorre specificare il numero della polizza infortuni e precisare il nome e il cognome, il luogo di nascita, il codice fiscale e la residenza del titolare della polizza, esprimendo la sua volontà di presentare regolare disdetta del contratto in base a quanto stabilito dal decreto legislativo numero 7 del 31 gennaio del 2007 al punto 4 dell’articolo 5, segnalando la data della scadenza e sottolineando che la lettera di disdetta per la polizza infortuni è valida anche nel caso in cui nel corso del periodo assicurativo siano state apportate delle modifiche al contratto.

E se invece ho un’assicurazione complementare?

La procedura descritta finora riguarda unicamente le polizze che proteggono solo contro il rischio infortuni. Diverso è, invece, il discorso per quel che riguarda la disdetta di una polizza infortuni complementare: in questi casi, non c’è bisogno di disdire l’intera assicurazione.

Ecco, dunque, che la richiesta di disdetta deve essere diversa: dopo avere specificato il numero dell’assicurazione infortuni complementare, è necessario indicare qual è la protezione assicurativa alla quale si intende rinunciare.

E se devo recidere la polizza?

Oltre a disdire la polizza una volta finito il contratto o quando non siamo più interessati ai servizi offerti è possibile richiedere alla nostra compagnia assicurativa il recesso, qualora nei giorni successivi alla stipula del contratto abbiamo dei ripensamenti, magari dovuti ad un preventivo migliore. Il recesso può essere effettuato entro e non oltre i 30 giorni dalla firma del contratto assicurativo come sostiene l’Articolo 111 Decreto Leg. 147/95.

Anche in questo caso è importante inviare il modulo compilato attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno, inserendo i vostri dati personali, il numero della polizza, la dichiarazione di recesso il premio assicurativo versato e l’IBAN dove si desidera ricevere la restituzione dell’importo versato, che per legge deve essere restituito dalla compagnia assicurativa.

I moduli per la disdetta e il recesso della polizza infortuni

Vi lasciamo qua sotto tre moduli da compilare per richiedere la disdetta o il recesso della vostra assicurazione infortuni:

Cose da tenere a mente per la disdetta polizza infortuni

Nel momento in cui si inoltra la richiesta di disdetta polizza infortuni è consigliabile inserire una formula con cui si chiede la trasmissione della conferma della disdetta, così da avere la certezza dell’accoglimento della richiesta. Non va dimenticato, poi, il fatto che ciascuna compagnia ha caratteristiche differenti e impone condizioni contrattuali diverse: per questo vi consiglio di di prendere in considerazione in maniera approfondita e prestare la massima attenzione a ogni frase riportata sul contratto, per evitare imprevisti o brutte sorprese.

Vi racconto le vicende di un nostro lettore si era deciso dopo anni a cambiare assicurazione auto. Consapevole della nuova normativa che ha fatto decadere il tacito consenso, ha contattato altre agenzie e stipulando la sua nuova Rca con una di queste. Dopo qualche mese gli arriva una lettera di sollecito dalla sua ex compagnia assicurativa per il normale pagamento della polizza infortuni conducente questo perché l’agente che lo aveva assicurato non aveva come di consueto collegato la polizza sul conducente alla normale assicurazione auto ma gli aveva fatto stipulare due assicurazioni distinte. Conclusione: il nostro povero lettore ha dovuto pagare entrambe le assicurazioni, quella vecchia e quella nuova.

Una procedura rapida e semplice

Come si può notare, quindi, la procedura per la richiesta di disdetta polizza infortuni si rivela facile e veloce: l’invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno, d’altra parte, permette di poter contare su una ricevuta a disposizione nell’eventualità in cui dovessero esservi delle controversie. Alla richiesta è preferibile allegare, poi, una copia di un documento di identità valido del richiedente e una copia del contratto della polizza assicurativa che si intende interrompere.

Entrando nello specifico:

  • I contratti dei rami danni caratterizzati da una durata di più anni che sono stati sottoscritti dopo il 15 agosto del 2009 possono essere disdetti solo dopo i primi cinque anni, oltre che nel momento della loro naturale scadenza: la disdetta, anche in questo caso, deve essere inoltrata tramite raccomandata con avviso di ricevimento non più tardi del sessantesimo giorno precedente la scadenza;
  • I contratti dei rami danni caratterizzati da una durata di più anni che sono stati sottoscritti prima del 15 agosto del 2009, invece, possono essere disdetti ogni anno, alla loro scadenza: anche in questo caso la disdetta deve essere inoltrata tramite raccomandata con avviso di ricevimento non più tardi del sessantesimo giorno precedente la scadenza;
  • Infine, i contratti dei rami danni caratterizzati da una durata di un anno possono essere disdetti ogni anno con raccomandata e preavviso di 60 giorni; se non si procede all’inoltro della richiesta, il contratto viene rinnovato tacitamente per uno o per due anni. È bene ricordare, infatti, che l’abolizione del tacito rinnovo è valida unicamente per le assicurazioni auto;

Perché è importante?

La disdetta della polizza infortuni è importante perché ha a che fare con un’assicurazione che può cambiare la vita del soggetto assicurato, visto che copre gli eventi che causano lesioni che possono dare origine a un’inabilità temporanea, a un’invalidità permanente o addirittura alla morte. Risulta evidente, quindi, la necessità di affidarsi a una compagnia assicurativa di cui ci si fidi e con la quale ci si trovi bene, anche per quel che riguarda le eventuali liquidazioni concordate e non sentirsi costretti alla compagnia con cui rinnoviamo ogni anno lo stesso contratto, magari svantaggioso.

Per agevolare il mercato, dunque, i consumatori devono poter sfruttare la possibilità di cambiare compagnia in base alle proprie esigenze e ai propri desideri, e in questo senso la disdetta polizza infortuni è fondamentale. Una maggiore libertà per i clienti si traduce, per altro, in una maggiore concorrenza tra le diverse compagnie: una situazione che non può che fare bene e portare a un miglioramento dei servizi complessivamente offerti.

4 commenti su “Come richiedere facilmente la disdetta polizza infortuni
  1. Antonio V. scrive:

    Scusa se invece sono meno di 60 giorni come si può fare per disdire?

    • Alberto Milanese scrive:

      Buongiorno Antonio purtroppo la disdetta per la polizza infortuni va effettuata secondo i tempi previsti dalla compagnia assicurativa, provi a richiedere al suo agente assicurativo se è ancora in tempo per la disdetta.
      Cordiali Saluti

  2. Daniele scrive:

    Complimenti, articolo utilissimo. Con “entro 60 giorni dalla scadenza dell’assicurazione” si intende PRIMA della scadenza, vero? Grazie.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Newsletter

Iscriviti oggi e rimani aggiornato sulle ultime novità dal mondo delle assicurazioni