Come scegliere l’assicurazione viaggio Usa più adatta

assicurazione-viaggio-usaChe si parta per piacere o per lavoro alla volta degli Stati Uniti, un’assicurazione viaggio Usa serve a rendere sia il percorso che la permanenza molto più sereni e sicuri. Avere infatti una protezione, capace di venire incontro alle nostre necessità, soprattutto a quelle che non si pensava di avere, potrebbe rivelarsi il segreto per un soggiorno perfetto.

Prima di volare quindi verso quest’affascinante nazione, sarebbe buona norma mettersi a tavolino, stabilire le priorità e le caratteristiche del soggiorno (una vacanza di 15 giorni non necessita della stessa polizza di un soggiorno per lavoro che dura mesi) e verificare trovare l’assicurazione perfetta al nostro caso. Ce ne sono infatti di generi differenti, che cambiano anche in base al tipo di premio che s’intende pagare, alle coperture scelte e alle compagnie che le elargiscono. Guardiamo ad esempio tre tipologie di polizze, con differenti scopi.

Viaggio e breve soggiorno

Stipulando questa tipologia di assicurazione viaggio Usa, si ha senza dubbio la certezza di fare un viaggio sicuro e sereno. Si ha infatti diritto ad un’assistenza medica, al trasporto sanitario verso un ospedale, al rientro di eventuali familiari e al rientro accompagnato dei minori. Magari, nonostante si viaggia negli Usa, si conosce poco la lingua e allora è possibile usufruire di un interprete.

È garantito poi, cosa fondamentale, un anticipo di denaro se ci si dovesse trovare in difficoltà (non si tratta di cifre illimitate, ma il tetto varia in base al tipo di polizza e alla compagnia), vedersi rimborsate le spese telefoniche e avere a disposizione un avvocato.

Se fossimo incorsi in un incidente d’auto, ci verrà restituita la cifra spesa per usare un taxi, un carro attrezzi, e avere assistenza in loco: ovviamente ci sono dei massimali e non si potranno superare cifre esagerate ma risulta ugualmente un ottimo sostegno in caso di necessità. È importante poi sapere che grazie all’assicurazione viaggio Usa si ha a disposizione anche una protezione per le persone rimaste a casa: si può inviare una guardia giurata, un elettricista o magari un idraulico, se il familiare ha bisogno di un aiuto e non siamo lì a darglielo. Ed inoltre se viaggiamo con cani o gatti, ci sarà la possibilità di vedersi rifondere anche parte delle spese legate ad imprevisti in cui sono incorsi i nostri amici a 4 zampe.

Con un’assicurazione come quella appena descritta, è possibile effettuare un bel viaggio con tutta la tranquillità del mondo spendendo circa 130 euro per un soggiorno di 15 giorni.

Viaggio e soggiorno con incluse ogni genere di protezioni

Se desideriamo avere il massimo delle protezioni sia nel corso del viaggio che del soggiorno, è possibile ampliare tutte quelle che abbiamo già nominato sia per quanto riguarda la tipologia che per quanto concerne i massimali. Quindi, senza ripetere quanto già detto, si può citare il peggiore dei casi possibili: l’assicurazione si fa carico del rientro della salma dell’assicurato.

Se si ha a che fare con la giustizia, c’è addirittura la possibilità di ricevere una somma da destinare a cauzione, variabile ovviamente in base alla compagnia con cui stipuliamo l’assicurazione viaggio Usa. È possibile poi chiedere il rimborso non solo delle spese mediche sostenute all’estero, ma anche ad esempio di quelle necessarie per la fisioterapia una volta rientrati in Italia. Importante inoltre la presenza di una garanzia bagaglio, che rifonde una parte della perdita nel caso la nostra valigia vada persa, rovinata, bruciata o comunque danneggiata a causa della compagnia aerea. Durante il volo accade l’irreparabile e l’assicurato rimane invalido o perde la vita? Ci sarà un risarcimento consistente.

Questo tipo di polizza ha un limite temporale e non si può superare un soggiorno che vada oltre i 45 giorni: sempre per 15 giorni il costo è intorno ai 220 euro..

Assicurazione viaggio Usa per soggiorni di lavoro

Dovete restare all’estero per mesi? La giusta assicurazione viaggio Usa ha tutte le caratteristiche che abbiamo già preso in considerazione, da quelle legate al viaggio, a quelle riguardanti necessità di cure, incidenti d’auto, il portare aiuto ai familiari rimasti a casa e problemi con la giustizia, esclusi però la tutela dei bagagli, degli animali domestici e il risarcimento in caso di morte invalidità permanente. La polizza per un soggiorno di tre mesi può costare fino a 500 euro.

Si tratta senza dubbio di un’assicurazione importante, in grado di proteggerci anche quando siamo a grande distanza da casa, ma prima di stipularla non dimentichiamo di verificare massimali, franchigie e in genere tutte le caratteristiche della polizza, per non incorrere in nessuna sorpresa nel momento in cui dovessimo aver bisogno di essa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Newsletter

Iscriviti oggi e rimani aggiornato sulle ultime novità dal mondo delle assicurazioni